. Iscriviti alla NEWSLETTER!

Iscriviti alla Newsletter! Rimani aggiornato sui nuovi eventi e... Scarica il tuo Regalo!
Nome
Cognome
Tua e-mail
ODIAMO lo SPAM quanto te :)

Alcune di queste tecniche sono state divulgate da Hiroshi Doi, maestro di Reiki della Reiki Ryoho Gakkai, e da Arjava Petters, maestro Reiki tedesco in contatto diretto con diversi maestri del lignaggio Reiki giapponese, che ricercando le origini storiche del Reiki ha trovato la stele memoriale di Usui Sensei, e ha scoperto Il ” Reiki Ryoho Hikkei” il Manuale originale di Mikao Usui Sensei.

Non è compito di queste pagine fornire dettagli sull’uso di queste tecniche, per le quali consigliamo un contatto energetico diretto con un maestro iniziato alle tecniche, anche per il diverso grado di insegnamento necessario a seconda del livello dello studente.

 

L’importanza delle tecniche originarie di Usui Sensei.

Sul nostro pianeta sta attualmente verificandosi un importante processo che dovrebbe condurci alla pace disperatamente agognata. La fine della guerra fredda, l’espansione della comunicazione globale la crescente consapevolezza che tutti gli uomini nel mondo possono e debbono cooperare per la sopravvivenza del nostro pianeta, stanno radicalmente cambiando il nostro atteggiamento. Un maggior senso di sicurezza, e la legittima speranza che il mondo abbia un futuro concreto, incoraggiano l’umanità ad operare positivamente per il cambiamento che contribuisca alla creazione di un pianeta pacificato.

Una parte di questo processo è costituita anche dal superamento di atteggiamenti mentali obsoleti e limitanti, sostituiti da nuove verità. In tal modo gli uomini diventano liberi e in grado di costruire un mondo migliore.

Qualcosa di simile si riscontra anche nel mondo del Reiki. La versione del Reiki originariamente pensata per l’Occidente viene messa in discussione, si scoprono nozioni dettagliate circa la storia e la pratica che possono essere utili a tutti noi. Da qualche anno a questa parte Frank Arajava Petter e la sua consorte giapponese Chetna Kobayashi hanno riscoperto importanti informazioni sull’origine e la pratica del Reiki in Giappone. Nonostante l’opposizione di chi voleva trarre vantaggio dal mantenimento dello status quo in Occidente, Frank Arjava e Cheta hanno esteso le loro ricerche e hanno trasmesso le loro importanti scoperte.Il fatto che Usui Sensei abbia redatto un manuale, che ha distribuito a tutti i suoi discepoli, ha un grande significato. Dimostra che il Reiki non è una tradizione orale, e che il documento scritto costituisce una componente importante della pratica.

Lo studio della filosofia e degli esercizi pratici insegnati da Usui Sensei conduce ad un elevato livello di comprensione, in grado di collegarci con maggior forza all’essenza del Reiki. Ci offre un’immagine concreta di Usui Sensei e ci aiuta a migliorare la qualità della terapia per noi e per gli altri. Diventa perciò comprensibile il motivo per cui la traduzione e la diffusione di queste conoscenze rappresentino il contributo più significativo per la pratica del Reiki di Usui Sensei, da quando, nel 1938, venne per la prima volta insegnato in Occidente. Grazie alla sperimentata efficacia e alla maggior autenticità delle tecniche Reiki e del loro valore, queste informazioni costituiranno un impulso potente per la comunità Reiki.

Sono sicuro che tutti coloro che approfondiranno queste conoscenze ne trarranno molteplici vantaggi.

Programma tecniche Reiki Giapponese

reiki-giapponese-studio-essenzaLe tecniche proposte nello stile Usui Teatè ci aprono  una nuova dimensione del Reiki che è ben più strutturato che il metodo di Reiki che ci è stato proposto in occidente attraverso H. Takata prima e Reiki Alliance dopo. I’Usui Teatè ci riporta alle origini di questa meravigliosa tecnica di guarigione naturale che affonda le sue radici nella medicina tradizionale Cinese e nel Tao.

Il Reiki che invece si pratica in occidente sembra aver preso spunto dagli antichi veda e dallo Yoga basandosi sul sistema settenario dei chakra e dei corpi sottili (Aura). Questo lo si deve principalmente alla Takata che ha intelligentemente adattato un metodo giapponese, che non era molto ben visto considerando i trascorsi tra le due nazioni, ad un sistema Vedico che a quell’epoca era molto in auge in America tramite lo Yoga. Per un praticante Reiki oggi é fondamentale integrare questo sistema al suo bagaglio di conoscenza per poter conoscere anche il sistema Reiki più vicino a quello tutt’ora praticato in Giappone.

Conoscendo a fondo l’Usui Teatè abbiamo la possibilità di capire perché e come, il Reiki in occidente è stato trasformato. Concludo dicendo che Reiki in sostanza rimane Reiki cambiano le modalità le tecniche ma la cosa più importante rimane sempre e comunque chi opera e la sua intenzione.

 

Alcune delle tecniche principali di REIKI GIAPPONESE:

 

Hatsurei-ho: Tecnica di meditazione per aumentare la canalizzazione dell’energia Reiki. Le principali parti dell’ Hatsurei-ho sono:

1) Meditazione Gassho – la meditazione vera e propria

2) Joshin kokyu-ho – esercizio di respirazione per purificare lo spirito.

3) Kenjoku – tecnica che serve per rafforzare la propria energia e staccarsi da persone, cose, situazioni, pensieri ed emozioni. Durante l’Hatsurei-ho, ad ogni incontro della Reiki Ryoho Gaccai i Maestri praticano il Reiju, ovvero l’iniziazione originale del Reiki giapponese e l’aumento delle possibilità di canalizzazione di energia da parte degli studenti.

Byosen – Un esercizio di “scansione” del corpo di chi viene trattato, per trovare gli squilibri energetici ed intervenire direttamente con il Reiki.

Reiji-ho – Reiji è una parola giapponese che significa letteralmente “indicazione dello spirito”. E’ una connessione diretta con l’Energia Reiki, che oltre a renderci sempre di più consapevoli che siamo dei canali della manifestazione del Reiki, permette di aumentare le nostre capacità intuitive. Praticando questa tecnica, le nostre mani vengono guidate direttamente dove c’é bisogno di energia o ci sono patologie da trattare. Con Il Reiji-ho l’intero corpo diventa uno strumento dell’energia.

Koketsu-ho – Ricambio del sangue” (diviso in “ricambio parziale” e “ricambio totale”). Tecnica di stimolazione energetica, parzialmente insegnato in occidente come forma di “chiusura” di un trattamento a contatto, in realtà tecnica autonoma e molto energetica.
Tanden Chiryo-ho – Trattamento e guarigione attraverso il “Tanden” il punto energetico tre dita sotto l’ombelico, tradizionalmente sede dell’energia personale.

Hesso Chiryo-ho – Tecnica di riequilibrio energetico attraverso il contatto dell’ombelico.

Jacki-kiri-Joka-ho – tecnica di trasformazione e di purificazione di oggetti.

Gyoshi-ho – Inviare Energia Reiki attaverso gli occhi.

Koki-ho – Inviare Energia Reiki attaverso il respiro.
Oltre a queste tecniche, numerose altre che prevedono l’uso dei simboli del secondo livello, (S. Chiryo-hoper trasformare abitudini negative); diverse tecniche del trattamento a distanza, (Enkaku Chiryo-ho, Sashin Chiryo-ho); il “cerchio” Reiki ,(Reiki Mawashi), Shu chu Reiki (trattamento di gruppo, anche 10/ 20 persone su un ricevente, con i simboli e con l’aiuto del Reiji-ho ; Kotodama, (uso dei suoni sacri); altre ancora riservate al livello dei maestri (o “Shinpiden”), una fra tutte l’insegnamento fondamentale del Reiju, l’iniziazione nella forma praticata da Usui Sensei.

Vuoi una Meditazione in Regalo?

Iscriviti alla Newsletter! Rimani aggiornato sui nuovi eventi e... Scarica il tuo Regalo!
Nome
Cognome
Tua e-mail
Odiamo lo spam quanto te, stai tranquillo :)